Come fottersi il Karma

 

Da un po’ di tempo a questa parte, quando m’incazzo, anziché prendermela con gli altri, me la prendo con me stesso. Letizia dice che sto facendo progressi. Mi guarda con la voglia negli occhi, morsicandosi il labbro inferiore. La sua mano scivola sulla mia, impegnata a punirmi masturbandomi violentemente.

– Finirai per staccartelo così…

Letizia è la gemella di Elisa. Sembrano identiche, ma la fossetta sul suo mento è meno accentuata… Letizia mi capisce.

Dolcemente, mi scosta la mano, afferrandolo alla base.

– Dio, che cazzo ti è venuto in mente di rasartelo?! E’ inguardabile!

– L’uccello glabro è un’offesa allo “sciack sciack” copulatorio.

– Ma tu sei pazzo!

Si raccoglie i capelli, coprendosi il viso. Prendendolo in bocca, senza farlo vedere.

– Ah. Così, proprio…

– Shhh! Lasciami fare!

Continua leccando la punta e il frenulo con movimenti concentrici.

– Ma si può sapere a chi cazzo stai scrivendo?

Letizia ha il vizio di dire sempre “cazzo”. Ce l’ha sempre… Ahem, in bocca.

– A nessuno. Scrivo quello che succede.

– Cioè, fammi capire, stai scrivendo che…

– Già.

– Non ho parole…

Prosegue in direzione dello scroto, succhiando e massaggiando con la lingua. Passano i secondi, seguiti dai minuti. Dieci… Quindici… Venti… La stanchezza comincia a farsi sentire.

– Ma quanto cazzo ci metti a venire?!

– Sono martire dell’anedonia, è inutile insistere…

– Bah, per me sei solo stronzo. E parla come mangi!

Letizia non si arrende e sputa. Frizionandomi con la saliva, mi deruba del vizio solitario.

– Adesso vedi come ti faccio venire, altro che anemonia o come cazzo si chiama…

Sputa di nuovo, lasciando colare fino allo sfintere.

– Pure il buco del culo ti sei rasato?! Poveri noi!

Vi affonda la faccia, leccando quasi a soffocare.

– Che fai?

Letizia non risponde, continua la sua arte. D’improvviso prende a pulsarmi come un cuore tachicardico. Vengo. Zampillando sperma come sangue finto nei film splatter. Letizia lecca e manda giù. Mi guarda, sorridendomi appagata. E’ fradicia ed esausta.

Continuerei a scrivere, ma necessito di una doccia fredda. Episodi come questo ti fottono il karma. E non va bene.

COME FOTTERSI IL KARMA di Adolf Glitter su NIHILISMI#0