YES, WE SQUIRT!

La regola n°1 è che che un uomo non dovrebbe mai entrare in siti ideati da donne per donne. Nei vari forum femminili potrebbe leggere Scorpioncina82 e Angelina77, dialogare amabilmente di sesso anale o di pratiche sadomaso softcore, come se ci si scambiasse trucchi e suggerimenti della nonna per non fare afflosciare il soufflé nel forno. Le prestazioni dei propri partner vengono raccontate, commentate e giudicate spietatamente. Nella vita reale, se si vedono più di due donne insieme con un cocktail in mano, è sicuro che stanno parlando di sesso. Ed è certo che stiano discutendo sulla dimensione del pene dei propri ragazzi e della loro abilità (o meno) nella pratica del cunnilingus. Se poteste origliare quei discorsi, sentireste la stessa goliardia di un gruppo di camionisti ubriachi al Bar Sport. Nella corsa infinita alla parità dei generi sessuali, la donna nel tempo, ha cercato di assomigliare sempre di più all’uomo. La rivendicazione del piacere femminile, il diritto all’orgasmo ha raggiunto una nuova frontiera: lo squirting. La donna vuole venire e lo vuole fare in modo esplicito. Tornando sempre su quei forum femminili, il post più popolare è quello di una certa BabyJane80, intitolato “Ho squirtato!!!!!!!!!!!!”

BabyJane80 racconta di essersi masturbata nel bagno dell’ufficio e di essere stata protagonista di un rarissimo caso di eiaculazione femminile. Decine di donne rispondo eccitate ed invidiose e vogliono sapere solo una cosa: il come. Risponde una Dottoressa partendo da alcune nozioni di anatomia. I genitali maschili e femminili si assomigliano più di quanto si possa credere. Come i testicoli stanno alle ovaie, così le ghiandole prostatiche (che nell’uomo producono la parte “liquida” dello sperma) stanno a quelle periuretrali che si trovano all’interno dell’uretra femminile. Durante l’eccitamento sessuale questi simpatici piccoli organi secretori, la cui dimensione varia da donna a donna, si riempiono di un liquido inodore e commestibile (è composto per lo più da glucosio e fruttosio), che può essere espulso con uno spruzzo o un getto. Ma come? Bisogna stimolare con un paio di dita il muscolo collocato all’interno della vagina verso l’uretra, fino a quando non si avverte lo stimolo di fare la pipì. A quel punto masturbare quella parte che sta tra il clitoride e la vagina e spingere quando si sta per raggiungere l’orgasmo.

Per le amiche nihiliste.

Se avete intenzione di mettere in pratica i suggerimenti della Dottoressa, sappiate che per squirtare è necessario:

-avere una profonda conoscenza dell’apparato riproduttivo femminile.

-avere polsi disarticolati.

-provvedere a ricoprire con cellophane e materiale impermeabile la zona in cui si decide di dedicarsi all’atto.

Per gli amici nihilisti e le amiche lesbiche e nihiliste.

Attenzione: non tutte le donne possono eiaculare. E’ una questione genetica. Non torturate l’uretra della vostra donna inutilmente.

La questione dell’eiaculazione femminile viene trattata con la stessa serietà di una leggenda metropolitana. C’è sempre un’amica di un’amica a cui è successo, ma mai qualcuno può raccontare di averla sperimentata in prima persona. Ma per fortuna c’è la pornografia, che dallo storico The G-Spot del 1985 con Traci Lord e John Holmes, passando per Cytherea e Alisha Klass o la serie di film diretti da Seymor Butt, trasmette da decenni il verbo. Nel paese del Sol Levante esiste un genere a sé che prende il nome di shiofuki. Con un’unica eccezione: l’Inghilterra, nel regno delle regine antipatiche e della migliore musica del mondo, i film con scene di squirting non arrivano, in quanto erronemante accomunate a quelle di pissing e quindi etichettate come “perversione”.

Nell’ultima edizione del festival della pornografia a Las Vegas, i riflettori erano tutti puntati su Flower Tucci, la nuova diva dei film hard famosa per il suo grosso fondoschiena cellulitico e per lo squirting. Una Jenna Jameson magra fino all’osso si è vista rubare la scena da una donna capace di emettere getti di liquido ignoto alti fino a un metro. Un geyser di umori corporali e gioia.

 YES, WE SQUIRT! di Barbra Streisand su Nihilismi#0