LA STORIA DELLA MORTE DEL MULTITASKING SUL PIANETA PELLUCIDON COME TRAMANDATA DAI SAVI DELL’UNIVERSO

(ovvero: proibito limonare mentre lo sgrulli al tuo tipo)

cervogiaPellucidon, terza nebulosa a sinistra e dritti fino al mattino, nato da una scheggia clonata della Terra ripastellata e rifritta in un buco nero, quasi identico al nostro pianeta tranne che non esiste lo yogurt alla maracuja con i pezzettoni che ti fa andare mollo e pulire contemporaneamente il culo mentre cachi. Beh, in quel posto lì, dove tutti vanno pazzi per i fantasy puzzoni, decisero di vietare il multitasking per legge suprema del 18.898 DCT (Dopo la Caduta di Tyrannus, il despota mezzo batrace e mezzo motoscopa che si divertiva a mozzare i mignoli degli avversari e farci spiedini glassati).

Sotto il governo illuminato di Serpinarius, capitò un fatto increscioso: Kane Wolfbane, uno smanettone diciottenne, si collegò al sito pornogratis Konan MasterBator mentre ingollava un litro di Cervogia Fizz (C) (TM) con una cannuccia-boccaglio, si smanazzava con la destra, con la sinistra scriveva tre email alla fidanzata partita per l’università di Darkover e inviava messaggini via Mjolnir alla madre Xanadu nella stanza accanto, rifilandole vecchie barzellette su suore e pinguini e troll carnivori. Il troppo stroppiò, una goccia di Cervogia Fizz (C) (TM) bagnò un filo scoperto e il nostro si ritrovò kebabbato in un secondo. La madre protestò, ottenne giustizia e arrivò da Serpinarius una disposizione inappellabile (i reggenti illuminati mono-mondo sono una gran cosa e fanno risparmiare un botto di tempo): il divieto di compiere due azioni contemporaneamente. […]

Da “LA STORIA DELLA MORTE DEL MULTITASKING SUL PIANETA PELLUCIDON COME TRAMANDATA DAI SAVI DELL’UNIVERSO” di Joe Arden su Nihilismi#3